Bivacco Invernale – Febbraio ’23

18-19 Febbraio 2023
Valle d’Aosta o Alto Piemonte, a seconda delle condizioni della neve
Limite di 6 partecipanti, sold out, scrivimi per partecipare al BIS
In breve: vivi l’esperienza del bivacco invernale in una valle remota con un trekking di due giorni in ambiente innevato.

Immagina di percorrere una vallata innevata, al cospetto di grandi montagne, rese ancora più spettacolari nella loro veste Invernale. Fa freddo, ci sono -5 gradi, ma sei preparato. Bevi del tè caldo dal thermos contemplando il silenzio, che è tornato in questi luoghi per i mesi più freddi. Insieme ad un piccolo gruppo, arrivi infine al bivacco, dove trascorrerai la notte. L’ambiente è quello delle grandi avventure, il senso di isolamento è totale, ma la sensazione di calore sprigionato da qualche candela e da una cena cucinata con neve sciolta riscaldano l’animo. La notte trascorre serena, nel tuo sacco a pelo la temperatura è quasi piacevole, e la mattina un’alba spettacolare tinge le vette di rosa. Sulla strada del ritorno incroci pochissime altre persone, in pochi si avventurano qui in questa stagione. Benvenut* al Bivacco Invernale.

Con questa proposta voglio condividere l’esperienza del bivacco invernale, garantendo un percorso selvaggio ma relativamente sicuro, arrivando in un luogo dove poter trascorrere la notte al coperto, risvegliandoci in un paesaggio immacolato. Il Sabato partiremo dalla macchina per un trekking su neve, su sentiero segnalato e controllato, lasciandoci il caos della strada sempre più lontano. La sera arriveremo al nostro luogo di bivacco, al coperto, dove ti cucinerò la cena col fornello da campo. Il giorno dopo proseguiremo l’escursione in ambiente invernale e dopo un breve anello rientreremo all’automobile.

Il luogo dell’escursione verrà deciso più sotto data, in base alle condizioni della neve, al bollettino valanghe ed alle previsioni meteo. Sarà comunque o in Alto Piemonte oppure in Valle d’Aosta. Il luogo di preferenza sarà nelle Valli del Monte Bianco, nei pressi di Courmayeur.

E’ richiesto abbigliamento adeguato e un po’ di spirito di sopportazione al freddo, in quanto a fine Febbraio le temperature saranno certamente rigide e cammineremo tutto il tempo su neve. Potremo usufruire di letti e coperte pesanti, per cui per la notte è sufficiente un sacco a pelo con un confort da mezza stagione. Se le condizioni della neve ed il percorso lo richiederanno, sarà necessario noleggiare le ciaspole ed il kit Arva+Sonda+Pala.

Nel caso le condizioni meteo siano avverse o l’innevamento troppo abbondante per numerose settimane, l’esperienza avverrà con pernottamento in rifugio gestito oppure baita, mantenendo le sue caratteristiche di trekking invernale. In questo caso il costo del rifugio sarà a carico dei partecipanti.

Dati tecnici:
– Località: in base alle condizioni meteo e della neve
– Tipologia di percorso: andata e ritorno con possibile anello
– Durata: 2 giorni con pernottamento in bivacco
– Distanza totale: circa 25 km
– Dislivello positivo totale (D+): circa 600 m
– Difficoltà tecnica: E con fondo innevato
– Massima elevazione: circa 2100 m

Programma di massima:
– Sabato 18 Febbraio: ritrovo h 8:30, noleggio del materiale necessario ed escursione con circa 600 metri di dislivello. Cena a base di cibo liofilizzato e pernottamento in bivacco.
– Domenica 19: colazione in bivacco a base di avena e frutta secca, rientro all’automobile tramite il percorso dell’andata con possibilità di giro ad anello se le condizioni lo permettono.

Cosa ti chiedo:
– voglia di camminare
– voglia di metterti in gioco e spirito di adattamento
– voglia di stare in un ambiente invernale, avendo a che fare col freddo!
– adesione al Patto del Non Racconto*

Patto del Non Racconto: ci sono luoghi così rari e preziosi, che meritano di non essere raccontati. Questo per tutelare sia l’integrità ambientale del luogo, sia per non trasformarle da mete selvagge a spot turistici.
Scegliendo le mie proposte escursionistiche, scegliete di compiere un percorso esplorativo fuori dalle più comuni mete, e per questo vi chiedo di cooperare con me nel salvaguardarle. Vi chiedo quindi di non rivelare pubblicamente nel dettaglio i luoghi di questa escursione, e nel momento che pubblicheremo sui social stories o immagini della nostra avventura, manterremo il riserbo sul nome dei luoghi e sull’itinerario esatto da noi seguito. La salvaguardia passa dalla coscienza individuale, e scoprire con passo leggero un luogo d’alta quota è molto diverso che vederlo su un social e volerlo visitare a tutti i costi.

Materiale necessario (ti fornirò una checklist dettagliata):
– abbigliamento e scarpe invernali
– guanti e cappellino pesanti
– zaino da almeno 30 l
– lampada frontale
– piccolo sacco per la spazzatura
– cibo per due pranzi e snack (panini, frutta secca…)
– sacco a pelo con confort inferiore a +4 C (te lo posso prestare)
– telefono cellulare carico ed in risparmio energetico
– macchina fotografica e power bank (facoltativi)
– thermos con bevanda calda (facoltativo ma consigliato)

Prezzo:
230 €
Prima del 15 Gennaio: 190 €
+ 20€ per eventuale noleggio ciaspole e 30€ per eventuale kit arva-sonda-pala*

Caparra: 110 € tramite Paypal o bonifico bancario
Saldo al ritrovo in contanti.

Iscrivendoti prima, oltre ad avere uno sconto, mi aiuti col progetto, dandomi fiducia e rendendolo più bello e completo.

La caparra è rimborsabile solo in caso di annullamento del trekking da parte degli organizzatori. In caso di meteo pericoloso, condizioni della neve avverse o pericolo valanghe eccessivo il trekking verrà rimandato, con possibilità di tenere un buono pari al valore della caparra in alternativa da utilizzare per un trekking successivo con me.

* costi indicativi. Il noleggio è a cura dei partecipanti da un negozio specializzato (posso consigliarne in zona).

La quota include:
– guida escursionistica per 2 giorni
– cena liofilizzata (opzione vegetariana disponibile)
– colazione a base di avena disidratata e frutta secca
– eventuale sacco a pelo +4 confort
– consigli sul campo
– foto scattate da me durante il percorso

La quota non include:
– pranzi al sacco, snack e cibo extra acquistato nei rifugi
– tutto quanto non specificato sopra

Escursione invernale:
Questa è un’escursione invernale che avviene in ambiente montano ed innevato. Ci tengo a sottolineare che le temperature saranno basse, probabilmente sotto gli zero gradi, e che dormiremo in un locale senza riscaldamento. Durante il giorno, soprattutto in presenza di sole e muovendosi, la giornata può essere molto piacevole. Allo stesso modo, durante la notte, con un buon sacco a pelo, si può dormire con un buon confort termico. Tuttavia abbigliamento ed attrezzature inadeguate possono rendere l’esperienza come minimo spiacevole, se non pericolosa. Ti fornirò una checklist dettagliata con tutto il materiale necessario. Mi riservo comunque di escludere dal trekking persone che si presentino con un abbigliamento ed un equipaggiamento inadeguato, senza rimborsare la quota di partecipazione.

Iscrizione:
Tramite questo link
oppure
tramite email hello@luca-fontana.com

Per completare l’iscrizione è necessario il pagamento della caparra. Il saldo avverrà all’arrivo in contanti.
Posti limitati a 6 partecipanti. Il trekking avrà luogo con almeno 4 partecipanti.

Prendendo parte a questo trekking sei cosciente si tratta di un’escursione in ambiente invernale con temperature rigide.Nel caso non fossi adeguatamente preparato o nel caso desiderassi abbandonare il trekking, non ti verrà restituita la quota di iscrizione o una parte di essa.

Se hai domande puoi scrivermi o chiamarmi:
+39 342 705 4372
O mandarmi una mail:
hello@luca-fontana.com

 

 

VIEW ALL STORIES